Avvertenze
La digitalizzazione di un quotidiano è una sfida molto impegnativa. La struttura, le dimensioni e l’impaginazione del giornale si è modificata nel corso del tempo assumendo forme e caratteristiche molto diverse e che non è possibile ricondurre a modelli predefiniti interpretabili solo automaticamente.


Inoltre dato lo stato di conservazione dei numeri originali cartacei, che per anni sono stati utilizzati all’interno del giornale per le ricerche, e in seguito sono stati microfilmati e quindi ora digitalizzati con procedimenti automatici è possibile che alcune parole non siano leggibili. Il progetto è in fase  di collaudo finale, che durerà 6 mesi, e la qualità sarà continuamente sottoposta a revisione e miglioramento per garantire la fruizione migliore possibile.


La digitalizzazione di questo patrimonio è la prima tappa di un lavoro di valorizzazione che vuole rendere disponibili al grande pubblico i materiali d’archivio dei giornali sviluppatisi sul nostro territorio in modo da renderli fruibili leggibili a tutti. La prossima tappa del progetto prevede la messa in rete anche delle edizioni più recenti de La Stampa, dal 2005 ad oggi.


Visto il numero enorme di pagine digitalizzate, 1.761.000, i risultati finora ottenuti sono in fase di ulteriore lavorazione al fine di migliorarne la qualità. Chiediamo la collaborazione dei lettori per segnalare eventuali errori o imperfezioni e per aiutare a ottenere un più alto livello qualitativo delle ricerche. Potete inviare le vostre segnalazioni all’indirizzo Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo


Buona lettura.

 
< Prec.